La pianta Stevia

La Stevia rebaudiana Bertoni è una piccola pianta arbustiva e appartiene alla famiglia dei fiori compositi (Asteraceae o Compositae). La pianta della Stevia è originaria del Paraguay e preferisce i terreni sabbiosi vicino all'acqua. In natura, la pianta di stevia può raggiungere un'altezza fino a 75 cm.

Stevia rebaudiana Bertoni è il nome latino della pianta di stevia. È composto dal nome generico Stevia, dal nome della specie rebaudiana e dal nome della sottospecie Bertoni. Ci sono oltre 150 altre specie di piante di Stevia, di cui solo la Stevia rebaudiana contiene i glicosidi dolci di steviolo. Questa specie di pianta della Stevia è quindi conosciuta anche come foglia di miele, melata, erba dolce dalla popolazione indigena, gli indiani Guarani e Mato Grosso in Paraguay e in Brasile. In Paraguay, in lingua guaranì, l'erba dolce è chiamata anche caá jeé, kaá heé, o yerba dulce.

Il botanico Moisés Bertoni è stato il primo a scoprire gli ingredienti dolci della pianta della stevia. I singoli componenti delle foglie di Stevia, gli steviosidi, i rebaudiosidi da A a F sono stati analizzati e scomposti dal chimico Ovidio Rebaudi.

L'origine e la distribuzione della Stevia

Gli altipiani di Argentina, Brasile e Paraguay dalla 22a alla 23a latitudine sud e dalla 55a alla 56a longitudine ovest sono la sede naturale della pianta della stevia. Le condizioni del suolo e il clima moderatamente umido della zona di confine tra Argentina, Brasile e Paraguay, con una temperatura media annua di 21°C e precipitazioni annue da 1500 a 1800 mm, costituiscono un'area di distribuzione ideale per il genere vegetale Stevia rebaudiana. Sugli altopiani sabbiosi, acidi e argillosi dell'Amambai, nello stato del Mato Grosso do Sul, al confine tra Brasile e Paraguay, crescono particolarmente bene le specie di stevia dolce.

Oggi la pianta della stevia viene coltivata in America Latina, nel Sud-Est asiatico e in quasi tutti i continenti del mondo per estrarre i componenti dolci, i glicosidi steviolici e i rebaudiosidi. I dolcificanti sono ottenuti in un complesso processo di estrazione.

La Botanica della Stevia

La Stevia rebaudiana è una pianta arbustiva e appartiene alla famiglia delle composite (Asteraceae o Compositae). La pianta della Stevia è originaria del Paraguay e preferisce i terreni sabbiosi. In un clima privo di gelo, la pianta di Stevia sviluppa un forte portainnesto da cui i germogli perenni di Stevia crescono fino a un metro di altezza. La pianta di Stevia appartiene alla famiglia delle radici piatte, il che significa che le radici della Stevia si estendono in modo piatto negli strati superiori del terreno.

La foglia di Stevia

Gli steli della pianta di stevia si sviluppano in foglie di lancetta, falciformi, appuntite e seghettate. Le foglie di Stevia di colore da verde chiaro a verde scuro, lunghe fino a 8 centimetri, sono disposte una di fronte all'altra e hanno peli sulla superficie della foglia. A seconda della specie vegetale Stevia, le forme delle foglie di Stevia possono essere ovoidali o a forma di diamante.

Gli ingredienti delle foglie di Stevia rebaudiana essiccate

Nelle foglie della Stevia rebaudiana si formano i componenti dal sapore dolce, i glicosidi steviolici o steviosidi. Questi danno alla pianta di Stevia la sua dolcezza. I più importanti sono i glicosidi steviolici e il rebaudioside A. Altri dolcificanti come il dulcoside A, il rebaudioside B, C, D, D, E, F e lo steviolbioside si trovano anche nelle foglie di Stevia della pianta. In base al peso secco delle foglie di Stevia, una foglia di Stevia contiene 5-10% stevioside, 2-4% Rebaudioside A, 1-2% Rebaudioside C e 0,4-0,7% dulcoside A. Le foglie secche di Stevia sono da 20 a 30 volte più dolci dello zucchero e l'estratto ottenuto da esso, glicosidi steviolici fino a 300 volte più dolci.

Altri ingredienti di foglie di Stevia

Le foglie di Stevia rebaudiana sono una buona fonte di proteine e carboidrati. Il contenuto di minerali inorganici è attribuito all'elevato contenuto di ceneri. Anche i minerali e le sostanze vegetali secondarie contenute nelle foglie di Stevia sono importanti.

Il fiore di Stevia

I fiori di Stevia sono disposti in un'infiorescenza irregolare e sono grandi circa 7-15 mm. Le capitule della Stevia rebaudiana sono terminali e raggruppate a formare ombrelle a forma di cime. Sono costituiti da capolini cilindrici bianchi a 5 fiori. Un germoglio di Stevia rebadiana può avere tra i 10 e i 200 capolini. Il frutto della pianta di Stevia è sottile e lungo e ha da 4 a 5 bordi.

Una caratteristica dei fiori di Stevia è l'autosterilità (autoinfertilità). Questo è il nome dato alle piante che non sono in grado di fertilizzarsi da sole. Dopo l'impollinazione con polline del proprio genere (genotipo) i semi non si formano. Il vento lo fa in condizioni naturali portando il polline dei fiori di Stevia da una pianta di Stevia all'altra, e questo è l'unico modo per produrre semi. Questo tipo di riproduzione sessuale è chiamato anche impollinazione a vento e si trova anche nelle varietà di mela, pera e ciliegia dolce.

La formazione dei semi di Stevia

Il seme di Stevia è lungo circa 3 mm e appartiene alla famiglia dei frutti solitari indeiscenti (acheni, come i denti di leone). Il seme della pianta di Stevia ha una corona di capelli a forma di piuma che può volare. Dopo il processo di maturazione, i semi di Stevia, che si formano nelle corolle dei semi, cadono facilmente. La stevia è un germinatore leggero e su suolo umido il tempo di germinazione è di 14 giorni ad una temperatura di germinazione di 20-25 gradi.

Il seme di Stevia è noto per il suo basso tasso di germinazione del 12-15 per cento, anche con un seme ottimale. Un altro metodo molto più semplice è la propagazione vegetativa della pianta di Stevia per talea. Oggi, molti vivai e centri di giardinaggio possono acquistare una pianta di Stevia e tenerla in giardino in estate.

La propagazione vegetativa e la coltivazione della Stevia

La propagazione vegetativa della pianta di Stevia per talea è molto più facile rispetto alla germinazione dei semi di Stevia.